Condividere o NON condividere…

Come vedi stò continuando a darti delle informazioni, delle idee, consigli … talvolta anche provocatori.
Secondo te è giusto condividerli ?
E’ intelligente farsi cassa di risonanza e diffonderli ?
O proprio perchè hai letto una bella idea, quasi quasi accendi un cero e speri che i tuoi concorrenti non la leggano, non se ne impossessino, non la usino. 
Immagina un centro commerciale … nuovo, bellissimo dove dentro ci sei tu … ma SOLO TU!.
Non ci sono altri negozi, SOLO TU!
Quante persone pensi che visiteranno quel centro commerciale ?
Immagina di andare al Mugello perchè oggi corre Valentino Rossi, però da SOLO … c’è SOLO LUI …
Quanti andranno a vedere quella bella gara ?

Troppo spesso l’artigiano vuole tenere tutto per se e gli altri concorrenti devono morire.
Condividere ?
No perchè dovrei condividere ?

E infatti questo è uno degli atteggiamenti che hanno portato il settore del legno nello stato in cui si trova.

Apri bene le orecchie perchè è ora di capire una cosa contro-intuitiva : I TUOI CONCORRENTI SONO UTILI.

I tuoi concorrenti servono, cosi come servono gli avversari a Valentino Rossi, cosi come serve Samsung, Huawei, Sony contrapposti a Apple.
Altrimenti il settore del legno perde di senso, a tutto vantaggio di altri materiali.

Se l’architetto o il geometra o il potenziale cliente riceve informazioni sul legno SOLO DA TE … mentre riceve informazioni su altri materiali da molte aziende, secondo te chi ci perde ?

Quindi se vuoi bene al legno, se vuoi bene alla tua azienda metti da parte la dannosa predisposizione a volere tutto per te e comincia a CONDIVIDERE … perchè questo genera un RUMORE DI FONDO di grande importanza per far tornare il legno nella posizione di mercato che gli spetta.

A proposito … hai già condiviso questo post ? Bhe e cosa aspetti ? 😜